giovedì 24 maggio 2018

5G internet delle cose e per chi?



Risultati immagini per 5GVasto quanto il pianeta, onnicomprensivo, interconnesso, automatizzato, regolato: l’Internet delle Cose è il sistema dei sistemi che è stato portato online dall’apparato di trasmissione dell’emergente apparato 5G wireless, dove in termini di individuo e famiglia, la tua casa sarà riempita di dispositivi connessi a internet. Lavatrici, asciugatrici, termosifoni, condizionatori d’aria, frigoriferi, tostapane, televisioni, fornelli, sistemi di sicurezza, auto, etc.

In uno stadio iniziale, tutti i dispositivi registreranno (ti spieranno) le interazioni che avrai con loro ed osserveranno il tuo uso della corrente.

Tu, re nel tuo castello, sarai in grado di ticchettare una chiave di controllo che metterà in moto tutti i dispositivi.

Farai in fretta a scoprire che, mentre gli upgrade verranno fatti automaticamente, non potrai disattivare la rete elettrica di casa tua. E’ li… e ci resterà.

In un secondo stadio, grazie ad una collaborazione con governi e multinazionali, i Tecnocrati ed i loro algoritmi determineranno quanta energia puoi usare. Questo significa quote.

In un primo momento, per un po’, se vorrai eccedere dalla tua quota,  potrai pagare per più energia...

Leggi tutto qui

1 commento:

  1. In telecomunicazioni Internet delle cose (o, più propriamente, Internet degli oggetti o IoT, acronimo dell'inglese Internet of things) è un neologismo riferito all'estensione di Internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti. Introdotto da Kevin Ashton, cofondatore e direttore esecutivo di Auto-ID Center (consorzio di ricerca con sede al MIT[1]), durante una presentazione presso Procter & Gamble[2] nel 1999[3]. Il concetto fu in seguito sviluppato dall'agenzia di ricerca Gartner

    RispondiElimina